#mezzetinte

61 posts

Loading...
Loading...
La nostra proposta #romantica è firmata #Mezzetinte . Scopri di più sul blog. Link al sito in bio ☝🏻 #blogger #blog #fashionblogger #fashionblog #storytelling #stories #fashiontelling #wetellstories #quellogiusto
Hi folks 👋🏻 have a look at my new @quellogiusto_shop shoes 👆🏻👞 ________________________________________ . • #Shoes : @quellogiusto_shop #quellogiusto #mezzetinte #Ad . • #Suit : @suitsupply #suitsupply . . #EdoardoChuck #France #Mulhouse #ootd #ootdfashion
Fashion for a night.
Quellogiusto goes Party #sanremo2018 • Le nostre proposte uomo e donna.
Benvenuto gioiellino nuovo 😂!! Vi presento la mia nuova scarpa #Mezzetinte ... Sul sito @quellogiusto_shop potrete trovarne tante altre 😍! Regalatevi gioie ❤️// ph: @jackcrapa #quellogiusto #love #shoeslover #ad
Uomini: le rose marciscono, la cioccolata fa ingrassare, i peluches sono noiosi. Alla vostra fidanzata regalate scarpe... 🙈😂🎁! Ecco i miei nuovi stivali #mezzetinte in pelle con dettaglio in strass 😍 by @quellogiusto_shop .. sito__> www.quellogiusto.it . #ad #quellogiusto . // ph: @jackcrapa
Il mio nuovo stivaletto #mezzetinte in pelle martellata #Blue navy 🖲 By @quellogiusto_shop #ad #quellogiusto www.quellogiusto.it
Ho retinato il signor @dargendamico perché se lo merita. Felpe disponibili su www.giadamesi.com
Un po' per photoshoppare un po' per non morire #graphic #design #ps #mezzetinte #red
Tre punti di vista reali e possibili che uniti diventano impossibili. Ecco il sunto scarno ed asciutto della litografi di Maurits Cornelis Escher del 1953 intitolata “Relatività”. Un ambiente dove si muovono e vivono personaggi simili a pedoni degli scacchi ed in cui una parete diventa un pavimento, una finestra una botola, le scale stesse cambiano verso a seconda di come vengono vissute. Perché lo spazio viene prima di tutto vissuto dai personaggi e sono loro, con l’impressione del movimento e dell’azione, che danno l’idea del punto di fuga, della prospettiva, o meglio, della molteplicità delle prospettive. Il fascino di questa immagine costruita in bianco e nero, con l’ inchiostro e su una lastra che permetterà la sua riproduzione in migliaia di copie, è proprio il paradosso. Un’immagine unica, ma in migliaia di copie, che rappresenta una scena impossibile perché composta più da scene possibili. Perdersi nel paradosso è facile, a volte anche rilassante, perché ci porta a seguire un movimento perpetuo dove non si ritrova più l’inizio del ragionamento e non si vede la motivazione della fine. Ci perdiamo nel moto lento di un mondo immaginario in cui tutto è relativo, ovvero non esiste un unico punto di vista, non esiste la ragione o il torto, esistono le ragioni di ognuno, la vita di ognuno, che non si incontrano, non si capiscono, sono semplicemente differenti. Così dal paradosso passiamo all’incomunicabilità, perché l’impossibilità di toccarsi e di vivere in una dimensione che non è la loro, rende i personaggi assolutamente muti e incapaci di comprendere le realtà differenti che li circondano. Però in questo percorso visivo Escher ci fa intravedere una speranza: una coppia che cammina abbracciata. Quindi esiste la possibilità di ritrovarsi nella prospettiva, di muoversi sullo stesso pavimento, perché l’amore fa ritrovare le strade, è il punto d’incontro per un vista comune. Perché quando si cammina in due si arriva sempre prima. #relativity #incisionisullegno #mezzetinte
#Maurits #Cornelis #Escher 17 giugno 1898 – 27 marzo 1972 #incisore  #grafico #olandese 📚📚📚 Il nome di #Escher è legato alle sue #incisioni su #legno#litografie  e #mezzetinte , che tendono a presentare #costruzioni impossibili, #esplorazioni dell'infinito, #tassellature del #piano e dello #spazio e motivi a #geometrie interconnesse, che cambiano gradualmente in #forme via via differenti. Le opere di Escher sono infatti molto amate dagli #scienziati#logici , #matematici  e #fisici , che apprezzano il suo uso razionale di #poliedri , #distorsioni  #geometriche ed interpretazioni originali di concetti appartenenti alla #scienza , sovente per ottenere effetti #paradossali . (Fonte descrizione: Wikipedia)
Colore mezzetinte ed effetto swinging london...leggi nel nostro blog come dare un tocco anni 60 ai tuoi progetti #venetoformazione #treviso #vicenza #padova #verona #venezia #belluno #rovigo #igers #igersveneto #arte #design #graphicdesign #mezzetinte #illustrator #grafica #formazione #blog #swinginglondon #love60 #anni60style
Tre punti di vista reali e possibili che uniti diventano impossibili. Ecco il sunto scarno ed asciutto della litografi di Maurits Cornelis Escher del 1953 intitolata “Relatività”. Un ambiente dove si muovono e vivono personaggi simili a pedoni degli scacchi ed in cui una parete diventa un pavimento, una finestra una botola, le scale stesse cambiano verso a seconda di come vengono vissute. Perché lo spazio viene prima di tutto vissuto dai personaggi e sono loro, con l’impressione del movimento e dell’azione, che danno l’idea del punto di fuga, della prospettiva, o meglio, della molteplicità delle prospettive. Il fascino di questa immagine costruita in bianco e nero, con l’ inchiostro e su una lastra che permetterà la sua riproduzione in migliaia di copie, è proprio il paradosso. Un’immagine unica, ma in migliaia di copie, che rappresenta una scena impossibile perché composta più da scene possibili. Perdersi nel paradosso è facile, a volte anche rilassante, perché ci porta a seguire un movimento perpetuo dove non si ritrova più l’inizio del ragionamento e non si vede la motivazione della fine. Ci perdiamo nel moto lento di un mondo immaginario in cui tutto è relativo, ovvero non esiste un unico punto di vista, non esiste la ragione o il torto, esistono le ragioni di ognuno, la vita di ognuno, che non si incontrano, non si capiscono, sono semplicemente differenti. Così dal paradosso passiamo all’incomunicabilità, perché l’impossibilità di toccarsi e di vivere in una dimensione che non è la loro, rende i personaggi assolutamente muti e incapaci di comprendere le realtà differenti che li circondano. Però in questo percorso visivo Escher ci fa intravedere una speranza: una coppia che cammina abbracciata. Quindi esiste la possibilità di ritrovarsi nella prospettiva, di muoversi sullo stesso pavimento, perché l’amore fa ritrovare le strade, è il punto d’incontro per un vista comune. Perché quando si cammina in due si arriva sempre prima. #relativity #escher #mauritiscornelisescher #1953 #incisionisullegno #mezzetinte #litografia
Auto-censored! Tieni vivo il bambino che è in te, senza di lui non si puó creare! #censored #me #cmyk #graphicdesign #blackline #michele #mezzetinte #creativity #itsfriday #instagood #instadaily #instagraphic #ilbambinocheceinnoi
Il mio naso non vede i colori. I miei occhi non sentono i suoni. La mia bocca non vede i colori. La mia mano non tocca i sapori. Ma la voce che soffia nel vento io, la sento...#laportaèaperta #ora #jovanotti #lorenzocherubini @lorenzojovaufficiale #blackandwhiteandred #mezzetinte #collage #popart #inspired #sil #blackandwhiteandredonly
#Mezzetinte , i've missed you! (Riprendere la mano... Quanto lavoro ancora da fare :-) ) #pirates #rasta #storyboard #comics #fumetti #nofilter #dieselpunk #pirati